È ancora molto diffusa l’abitudine di chiamare generalmente “gelato” anche il sorbetto e il semifreddo (quest’ultimo detto anche alla francese “parfait”)

La differenza tra questi tre prodotti è essenziale:

· Il gelato vero e proprio è costituito da una base di crema preparata con uova e latte

· Il sorbetto è la combinazione di uno sciroppo di zucchero con polpa e/o succo di frutta

· Il semifreddo è costituito dalla combinazione di un gusto particolare (crema, cioccolato, nocciole, succo o polpa di frutta ecc.) con panna montata.

Il sorbetto è da considerare il progenitore di tutti i gelati, la sua storia risale sicuramente a tempi molto lontani.

Anticamente, nelle grandi case patrizie, esistevano ghiacciaie interrate in cui veniva posta la neve che si conservava per lungo tempo ed era utilizzata sia per mantenere fresche alcune vivande, sia per essere gustata semplicemente con l’aggiunta di sciroppo o succhi di frutta.

Nei secoli, grazie anche alle esperienze importate dall’oriente, la preparazione subì alcune modifiche che la trasformarono nell’attuale ricetta.

I gelati furono invece diffusi in Europa , da maestri italiani , nel XVI secolo diventando in breve, e senza soluzione di continuità, i veri protagonisti della pasticceria estiva.

Anche i semifreddi hanno storia antica ; nel rinascimento erano chiamati “perfetti” ( da cui l’attuale termine internazionale di origine francese “parfait”) per l’equilibrio tra gli ingredienti utilizzati e per le bellissime forme che i maestri pasticcieri riuscivano ad ottenere dalla combinazione dei prodotti più svariati con la panna montata .

Nella stagione estiva , oltre alla gamma di gusti più svariati per i gelati, è la frutta che si rivela il prodotto più adatto ad essere utilizzato in particolare nei sorbetti e nei semifreddi con una ricchezza di colore e di sapore davvero inimitabili.

Tuttavia, se non si vuole perdere troppo tempo nella preparazione di gelati e sorbetti, esistono oggi in commercio ottimi prodotti industriali, sempre più affidabili, che sono venduti in vaschette “monogusto”.

Con questi prodotti, seguendo alcuni importanti accorgimenti, si possono ottenere risultati sorprendenti.

X