Nelle “serate storiche”, Altopalato si muove come in uno spazio teatrale , nel quale il pranzo è lo spettacolo, interpretato dalla brigata di cucina mentre, gli spettatori sono gli  stessi ospiti seduti attorno alla  grande tavola splendidamente apparecchiata , sulla quale, ogni portata servita, rappresenta un “atto” dello spettacolo stesso.  Ogni pranzo è frutto della ricerca storica  di Toni Sarcina, grande  esperto  e  anfitrione il quale, durante l’aperitivo servito in biblioteca,    illustra l’intero programma e i criteri della ricerca e poi, a tavola, conduce i suoi ospiti lungo il percorso del convivio, con aneddoti e cenni storici approfonditi sul periodo oggetto della serata, esattamente come avveniva un tempo, nelle grandi residenze aristocratiche o dell’alta borghesia quando, il “fine dicitore” illustrava ai convitati la composizione delle diverse portate.

Al termine dell’esclusivo “banchetto” , lo chef e il suo team di collaboratori, entrano in sala per un piacevole dibattito con gli ospiti , sulle preparazioni degustate e per soddisfare le curiosità tecniche sui passaggi salienti dei piatti.

Il programma delle prossime serate:

Lunedì 14 maggio  –   dopo il grande successo della scorsa stagione, torna VINCENZO CORRADO , grande  cuoco e maestro di casa del Principe Francavilla di Napoli, con un menù inedito, tratto da “Il Cuoco Galante”

Lunedì  25  giugno  – “PRIMA ”  di una serata dedicata al grandissimo Marie-Antoine Carême , cuoco e scrittore nel periodo a cavallo tra la Rivoluzione Francese, il periodo napoleonico e la restaurazione.